Prenota ora
Book now
 
Eddyline > Storia e Team > CHRISTIAN VISENTIN “IL RAMINGO”

CHRISTIAN VISENTIN “IL RAMINGO”

Quel Diavolo d’un Ramingo: Nato nel dicembre del ’72, di 3.6 kg e già di carattere difficile viene dato in prestito ad un convento di suore nel tentativo di arricchire la sua cultura e l’arduo compito di domare la sua vivacità. Dopo qualche tempo, il convento risultava essere fin troppo piccolo per il fare del ragazzetto, cosi in gran segreto apprese l’arte dell’evasione, imparando ad arrampicare.
Alberi, colonne, balconi, finestre, lampioni e grondaie erano il campo di allenamento e i muri che lo separavano dal mondo esterno diventavano sempre più facili da oltrepassare.
I boschi che circondavano il convento, non solo lo nascondevano dall’instancabile ricerca delle povere suore, ma fecero capire al piccolo come e dove poteva sfruttare le sue caratteristiche naturali. Le suore, esauste da questo ritmo di vita, dirottano il ragazzetto indemoniato in un monastero di preti, ma anche qui, più l’insegnamento diveniva rigido più quei muri altissimi risultavano essere sempre più piccoli.
Raggiunta l’età per poter lasciare quei luoghi, con un buon bagaglio culturale e uno scarso bagaglio spirituale, il ragazzetto poté cosi inseguire i suoi sogni.

Alpinismo, arrampicata, sci, pattinaggio su ghiaccio lo nutrono nel corso degli anni, spingendolo verso la speleologia dove dal 2002 al 2005 collabora con il progetto “INGRIGNA” sulla Grigna settentrionale nel Lecchese, alla scoperta della seconda grotta più lunga di Lombardia. La passione è tale da spingerlo a diventare un volontario del Corpo Nazionale Soccorso Alpino Speleologico della IX zona Lombardia raggiungendo il livello di Tecnico Soccorritore Speleo e quello di Operatore Soccorso Forra (nazionale) per quanto riguarda l’attività di canyoning sui torrenti alpini.

Viaggi e spedizioni: Marocco, Tunisia, Libia, Algeria, Romania, Serbia, Lettonia, Cile, Argentina, Francia, Svizzera.